TI DO UNA MANO PROGETTO MEDICO Tereshchenko Denys e Dmytro DATA DI NASCITA : 19.10.2004 I bambini sono gemelli e vivono con i genitori INDIRIZZO : 15600 Ucraina regione di Cernighiv provincia di Mena città di Mena SITUAZIONE MEDICA A MARZO 2009 DENYS Il bambino è invalido. La diagnosi: paralisi cerebrale, l’idranencefalia nativa, ha tetraparesi delle mani e gambe della forma pesante. Dopo 3 mesi dalla nascita è stato operato per il shuntaggio dei liquidi dal cervello in cavità rossa. Nel 2008 la situazione è peggiorata era in fin di vita. I dottori non sono riusciti a formulare la diagnosi, però pensano che si tratti di ictus cerebrale. Adesso nel cervello di Denys c’è un ematoma e lui ha perso la vista, spesso perde la coscienza. Non riesce nemmeno a stare seduto. Però come dicono i dottori lotta per la vita. La mamma lo porta sempre in braccio. Dorme a spizzichi. DMYTRO Il bambino è invalido. La diagnosi: paralisi cerebrale, l’idranencefalia nativa, ha il crampo di paraparesi interiore. Dima riesce a stare seduto, parla un po'. Nonostante la malattia difficile, lui è molto intelligente. Gli piace molto parlare, conoscere la gente nuova, più di tutto ama suo fratello e sente sempre il dolore di lui come il suo. NOTIZIE RELATIVE ALLA FAMIGLIA La madre non lavora, perché deve curare i figli. Il padre in questo momento non lavora, è stato licenziato e non ha sussidio di disoccupazione, perché temporaneamente inabile al lavoro per la rottura di una gamba. 2010 Dmytro e Denys sono entrati nel progetto Adozioni a Distanza nel marzo 2009, ma la gravità della loro situazione ci ha spinto ad aprire un progetto medico specifico a lungo termine. IL PROGETTO E' COSI' ARTICOLATO : · sostegno fisso trimestrale per l'importo di € 100 per ciascun bambino  · sostegno al bisogno, su richiesta documentata da parte del Detskij Fond di Cernigov  · eventuale supporto medico dall'Italia, su presentazione di cartelle cliniche SITUAZIONE MEDICA A MAGGIO 2010 Il 17 maggio 2010 abbiamo incontrato la famiglia Tereshcenko nella casa di Mena dove erano presenti anche i nonni, anche loro occupati a tempo pieno con i bambini, come la mamma. Il padre non ha ancora un impiego fisso, ma si arrangia con lavori di idraulica e muratura e, nel tempo libero, sta facendo un ampliamento della casa ed altri lavori per renderla agibile a Dmytro, che inizia a camminare. Abbiamo constatato di persona i miglioramenti di Dmytro e, purtroppo, il peggioramento di Denys. Lettera della famiglia Tereshcenko - 17-5-2010 Salve cari amici!   Con tanto affetto si rivolge a voi la famiglia Tereshcenko.  Siamo felici di comunicare con voi.  Grazie per la vostra preoccupazione per la nostra famiglia.  Vorremmo raccontarvi tutte le novità.  Il 1° marzo siamo andati per la seconda volta nella città di Sumy per fare degli  interventi che sono stati eseguiti dai medici russi della città di Tula.  A Denys di nuovo sono stati praticati dei tagli sui muscoli di braccia, gambe e  schiena. Dopo l'intervento il bambino aveva molto dolore e piangeva, poi con il  tempo il dolore è passato, ma le ferite sulle gambe non si sono ancora  cicatrizzate del tutto, ci vuole tempo.  Con nostro dispiacere, per il momento, non vediamo grandi cambiamenti per lui.  Tiene un po' meglio la schiena e la testina, ma la tonicità muscolare è alterata e  ciò non gli permette di rilassarsi completamente.   Ma noi non perdiamo la speranza.  Anche a Dmytro hanno praticato di nuovo i tagli sulle gambe, le braccia, sul viso  e sulla schiena. Dopo l'intervento piangeva molto per il dolore, poi il dolore è  diminuito ma le cicatrici sui piedini non si sono ancora cicatrizzate bene. con il  tempo guariranno.  Certo in lui i cambiamenti si vedono !  Dima ora riesce a stare seduto con le gambe stese. Sta in piedi stabilmente, le  gambe si sono rafforzate. Qualche volta prova a lasciare la mano per stare in  piedi da solo e ci riesce, ma ha troppa paura.  Sia per Denys che per Dmytro abbiamo cominciato di nuovo con i massaggi e  speriamo nei risultati positivi. Stiamo provando anche con la medicina  omeopatica, ma questo tipo di cure è molto lungo, passerà molto tempo prima di  avere dei risultati.  Queste sono le novità. Vi ringraziamo molto per l'aiuto e per non dimenticarvi di  noi. Speriamo di continuare questa bella amicizia.  Tante belle cose  Con affetto famiglia Tereshcenko”